pc industriali alta temperatura

Perché non puoi fare a meno di avere un PC industriale resistente all’alta temperatura in azienda

Temperature elevate stanno a settore industriale come friarielli stanno a pizza napoletana. Praticamente vanno a braccetto. 

Che sia in produzione, in un quadro elettrico, o in un totem esposto al sole, in un contesto industriale le temperature registrate superano facilmente i 60°C… ma anche quando vengono utilizzati in condizioni “normali” i PC industriali possono surriscaldarsi, il che può provocare gravi danni al dispositivo fino anche all’intero sistema in cui è integrato.

Quindi quali sono le cause più frequenti del surriscaldamento e come si può risolvere il problema dell’alta temperatura del pc una volta per tutte?  Partiamo dall’inizio.

Il tuo PC raggiunge temperature molto alte? Ecco le possibili cause

Se un PC raggiunge temperature elevate, le principali cause possono essere:

  • della polvere si è annidata nei fori di aerazione del computer (se è un PC con ventole);
  • la pasta termica tra la CPU e il dissipatore di calore è vecchia e quindi il dissipatore non riesce più a disperdere il calore in maniera efficiente;
  • c’è un problema software che non fa lavorare il PC in condizioni ottimali; di conseguenza “sforza” particolarmente una sezione o delle componenti che scaldano in maniera anomala.

Qual è la temperatura ideale di un PC?

Ogni componente ha una sua temperatura specifica da non superare, pena danni (a volte anche irreversibili) al computer. Generalmente le CPU hanno una T limite di 80-85°C a pieno carico, per hard disk e SSD siamo sui 60-70°C, la RAM invece sui 40-50°C.

Si può dire quindi che la temperatura ideale di un PC è generalmente tra i 60°C e gli 80°C.

Se le temperature delle varie componenti superano quelle consentite, il PC va in overtemperature protection: in breve, si spegne, proprio per “proteggersi” dai possibili danni causati dal surriscaldamento.

Come fare per raffreddare il tuo PC

Ci sono vari modi per “raffreddare” un PC, a partire dal contesto in cui viene utilizzato. 

La temperatura dell’ambiente circostante, dove possibile, dovrebbe essere mantenuta sotto il valore massimo suggerito, per favorire il corretto funzionamento del computer. 

Inoltre, sarebbe ottimale utilizzare il PC in un ambiente pulito da polveri o altre sostanze. In ogni caso una frequente pulizia del computer dalla polvere è suggerita per favorire il ricircolo di aria fresca che aiuta a mantenere la temperatura del PC sotto controllo.

In ogni caso, va detto che tentare di raffreddare il computer una volta che si è surriscaldato è una soluzione temporanea, che serve ad arginare il problema più che a risolverlo veramente.

I Pc industriali sono progettati per scaldare meno: scopri il perché

Tutte queste considerazioni hanno un unico denominatore comune: PC consumer.

I PC che abbiamo sopra la scrivania non sono adatti per gli utilizzi in ambienti industriali, e uno dei motivi principali è proprio perché si surriscaldano molto di più. 

Per essere certi di avere un PC resistente alle alte temperature bisogna affidarsi ai computer industriali, che sono progettati e realizzati appositamente per fornire più resistenza alle alte temperature.

Ma perché i PC industriali scaldano meno?

  1. Generalmente sono pc fanless, quindi non c’è il rischio che le ventole risucchino umidità, polveri o altre sostanze all’interno del computer causandone il surriscaldamento. Semplicemente, non hanno ventole. Problema risolto alla radice.
  2. Hanno componenti interne certificate per il corretto funzionamento a temperature estreme (sia estremamente alte, sia estremamente basse)
  3. Possono essere realizzati con range di temperatura esteso, che gli permette di operare al pieno delle performance dai -40°C ai +85°C (a differenza del comune intervallo 0°-60°C in cui operano i PC consumer)

Dimenticati del surriscaldamento del tuo PC grazie alle soluzioni di Kimera

I PC industriali Kimera Computers sono progettati per garantire piena operatività anche nei contesti più estremi – alte temperature incluse.

Grazie alle soluzioni personalizzate che possiamo sviluppare sul tuo progetto, possiamo realizzare PC custom industriali sulla base delle specifiche tecniche richieste e del contesto operativo. Ad esempio:

  • Se devi utilizzare il PC in un ambiente estremamente caldo ma senza polveri o umidità, possiamo realizzare un Kimera con range di temperatura esteso, non necessariamente fanless
  • Se devi utilizzare il PC in un ambiente con polveri e umidità, ma che non supera i 60°C, possiamo realizzare un Kimera Fanless, senza aggiungere il range di temperatura esteso (che in questo caso sarebbe superfluo) 
  • Se devi utilizzare il PC in un ambiente con temperature estremamente elevate e con polveri o residui di produzione, possiamo progettare un Kimera fanless con range di temperatura esteso.

Le soluzioni sono molteplici (qui trovi il link con tutti i nostri prodotti), ma il tuo Kimera dipenderà soltanto dalle esigenze specifiche del tuo progetto. E il surriscaldamento del PC sarà soltanto un brutto, lontano ricordo.

Stai sviluppando un nuovo progetto? Ti serve un PC da integrare in un ambiente gravoso?

Dimenticati del surriscaldamento dei tuoi pc aziendali: richiedi subito un preventivo!

> Potrebbe anche piacerti

Lascia un commento

Perché non puoi fare a meno di avere un PC industriale resistente all’alta temperatura in azienda

L'autore
Leggi altro